Syndication

giovedì 29 marzo 2012

Iperattività riscontrata su topi dopo esposizione nell'utero

La sperimentazione è stata fatta su topi in gradivanza esposte a radiazione da cellulare.
I risultati evidenziano delle alterazioni neurologiche dei neonati, con iperattivià , disturbi di memoria; si è ipotizzato - da controlli sul alcuni livelli ormonali - danni sulla trasmissione nelle sinapsi.

Gli autori portano ad un parallelismo sulla iperattività dei bambini che è diventato negli ultimi decenni una malattia sempre più riconosciuta.

____________________________________________________________________________
Study finds indication of effects on neurodevelopment and behavior in mice after in utero cell phone exposure

Researchers at the Yale University, New Haven, USA, investigated the offspring of 39 pregnant mice that had been exposed to the electromagnetic field of a commercial mobile phone (800-1900 MHz, SAR according to manufacturer’s data: 1.6 W/kg) round the clock throughout gestation (days 1-17). The distance of the mobile phone, operated in muted, uninterrupted active call mode, to the dams was 4.5 to 22.3 cm, depending on the location of the animal within the cage. As a control group, further 42 dams were sham exposed.
Tests performed: (1) On the twelfth day of gestation the level of the stress hormone corticosterone in the blood of the dams was measured. (2) After birth, the young mice had to perform three different behavioral tests (47 - 82 exposed and 51 - 79 sham-exposed animals, depending on the type of test): memory test, anxiety/hyperactivity test and anxious behavior test. (3) Electrophysiological measurements of coronal cortical slices prepared from the brain of 3-4 week old mice to assess the effectiveness of transmission of the neurotransmitter glutamate at synapses in the brain (glutamatergic synaptic transmission in the pyramidal cells in a specific layer of the prefrontal cortex).

Results: The behavioral tests showed that mice exposed in utero were hyperactive, had impaired memory and decreased anxiety. The electrophysiological measurements showed that these behavioral changes were caused by changes in neuronal programming due to impaired effectiveness of synaptic glutamate transmission. This effect was not restricted to the cerebral cortex, but also occurred in another brain area. Stress of exposed dams could be excluded as a possible reason for the behavioral and electro-physiological differences in the offspring, because stress hormone levels were not significantly increased as compared to the sham-exposed dams.


The authors comment that their results are the first experimental evidence of neuropathological effects of in utero cell phone exposure which persist into adult age. According to the authors, the observed behavioral symptoms would resemble those of human children with ADHD (attention deficit hyperactivity disorder). They conclude that further experiments would be needed in humans or non-human primates to determine the risks of mobile phone exposure during pregnancy.

Note: This interesting research should first be replicated under more defined exposure conditions using exact dosimetric models to determine the real SAR values in the exposed animals.

mercoledì 28 marzo 2012

gli studenti brasiliani verranno 'tracciati' con un GPS!

http://www.mainfatti.it/GPS/GPS-in-divise-studenti-Brasile-fra-tracciamento-ed-elettrosmog_043182033.htm


da matti !

non è tanto il ricevitore del segnale GPS (che TUTTI subiscono) che incorporato nel distintivo sarà, immagino, portato alla altezza del cuore, ma penso alla trasmissione (continua?) del segnale sul posizionamento della persona ...!

martedì 27 marzo 2012

La scatola nera delle assicurazioni

Avete visto che il Parlamento ha approvato un disegno di legge che introduce le 'scatole nere' da installare nell'auto, per poter ... accedere a sostanziosi (?!) sconti.

Mi sono posto il quesito su come funziona e come avviene la trasmissione delle informazioni-dati dal dispositivo all' Assicurazione.

Dopo più passaggi questa è la risposta della GENERTEL:


...........................................................................

con la presente La informiamo che i dati in questione vengono registrati dal dispositivo Quality Driver Box una volta ogni minuto, e vengono poi inviati al server durante la notte.
È possibile che la trasmissione notturna sia impedita dal posizionamento del veicolo in luoghi privi di copertura GPS e GSM/GPRS (es. garage sotterranei), e in tali casi essa sarà posticipata al momento in cui il veicolo sarà in grado di trasmettere al server i dati in questione

L’aggiornamento dei dati sul Portale Quality Driver invece avviene generalmente la mattina in un orario compreso tra le 10 e le 13.

Rimanendo a Sua disposizione per ogni eventuale necessità, Le porgiamo cordiali saluti.


Quality Level
fb
..........................................................................

QUINDI, il dispositivo trasmette - come uno smart-phone - con connessione GSM/GRPS una volta al giorno (di notte se è all'aperto ) oppure appena si esce ad es. dal garage.

Sembrerebbe che l'aggiornamento del Portale non coinvolga il dispositivo.

CONCLUSIONI ?

Se si parcheggia di notte in un punto dove arriva il segnale GSM (come dire, 'dove il cellulare prende') non dovrebbero esserci problemi per le persone elettrosensibili.

lunedì 26 marzo 2012

Un video sui danni da telefonino

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=1WJCKgknZoE

venerdì 23 marzo 2012

Dichiarazione numero PE848.928v01-00 sul riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla (MCS) e della elettrosensibilità ai campi elettromagnetici.

Dichiarazione numero PE848.928v01-00 sul riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla (MCS) e della elettrosensibilità ai campi elettromagnetici.
Si riporta : http://is.gd/GxYZbV la proposta Dichiarazione scritta , sottoscritta da 5 Parlamentari (Raül Romeva i Rueda, Kriton Arsenis, Willy Meyer, Michèle Rivasi, Oreste Rossi), con scadenza 14/6/2012, che ha la finalità di responsabilizzare le Istituzioni Internazionali (Commissione UE, WHO, Stati Membri) al fine di dare pari condizioni di vita a tutti i cittadini europei, compresi quelli con disabilità e difficoltà alla normale attività quotidiane.



La dichiarazione vuole tutelare chi soffre di queste due malattie ambientali, che sono legate sia alla contaminazione da parte di sostanze chimiche artificiali ed inquinanti come anche ai campi elettromagnetici artificiali.

In Italia sono già migliaia le persone che dichiarano di essere affette da queste patologie, che pero' non sono riconosciute nè dalla Struttura Sanitaria né dagli Enti preposti alla valutazione di condizioni di inabilità lavorativa.

Il numero di tali concittadini aumenta sempre più a causa ad es. della continua espansione dei sistemi di trasmissione pervasivi, come il WiFi, in tutti gli ambienti lavorativi e civili.
Le Associazioni che cercano di tutelare i diritti di queste persone che soffrono di queste 'malattie negate' sono a Sua completa disposizione per chiarimenti e confornti.




Distinti saluti
Dr Giorgio Cinciripini
Membro fondatore della Rete e-smog free Italia

www.retenoelettrosmogitalia.it

domenica 18 marzo 2012

Guariniello apre un fascicolo sul caso di un torinese 45enne

Acceso per 20 anni, anche la notte: ora ha il tumore
Inchiesta sull’uomo ammalato
dopo 7 ore al giorno di cellulare




Guariniello apre un fascicolo sul caso di un torinese 45enne. Gli scienziati divisi sui pericoli
Sette ore al giorno per 20 anni. Telefonate di minimo dieci minuti l’una. E la notte, cellulare acceso, in carica, a 50 centimetri dalla testa. Chiamate anche notturne. Mai usato vivavoce o auricolare. Apparecchio sempre attaccato all’orecchio. Poi all’improvviso, non riconosceva le persone, saliva in macchina cercava di accenderla e non ci riusciva e così via.
Diagnosi: un tumore al cervello, un glioblastoma. Proprio uno di quelli che l’Agenzia internazionale per la ricerca contro i tumori (Iarc) nel 2011 ipotizzò come collegabile con i campi elettromagnetici di radiofrequenza, cioè quelli emessi dai cellulari. Così il caso arriva all’Osservatorio sui tumori professionali della Procura di Torino. È la segnalazione 26.075 in quindici anni di attività di questo osservatorio unico in Italia, voluto dal procuratore Raffaele Guariniello. Ma è la prima volta che un tumore viene collegato all’uso del telefonino. Un paziente zero arrivato sul tavolo di un magistrato. La correlazione tumore al cervello e un uso intensissimo del cellulare non è mai stata provata. Occasione ghiotta per un procuratore sempre in prima linea come Guariniello che ha aperto subito un’inchiesta e fatto partire le perizie.
Il malato è un 45enne torinese, autotrasportatore, il cellulare usato per lavoro. Come accade continuamente ai corrieri. L’uomo, in via di guarigione, è stato già ascoltato in Procura. Ha raccontato la sua storia da cellulare-dipendente. Senza auricolare o vivavoce è vero, ma al riguardo da circa vent’anni si dibatte scientificamente. Anche se per precauzione le raccomandazioni delle autorità scientifiche nazionali e internazionali parlano chiaro: evitare l’uso prolungato dell’apparecchio attaccato all’orecchio, usare vivavoce e auricolare.
Esistono diversi «suggerimenti» a un uso oculato e limitato del cellulare, ma tutto è rimasto finora nel campo della prudenza. Nulla di certo. Dopo lo studio di un gruppo di 31 scienziati della Iarc che ha indicato i cellulari come possibili fattori cancerogeni (sono stati inclusi nella categoria 2B, quella cioè che comprende le sostanze «potenzialmente cancerogene per gli individui», la stessa in cui figurano i gas di scarico), in Italia il Consiglio superiore di sanità, aderendo anche ai richiami dell’Organizzazione mondiale della sanità, è stato cauto e ha sottolineato la necessità di ulteriori studi sulla questione. Ma ha invitato ad assumere alcune precauzioni: auricolari e vivavoce, un maggior ricorso ai messaggi di testo rispetto alle telefonate, uso ridotto del cellulare da parte dei bambini. Le stesse linee guida varate dalla Iarc.
Il rischio cancerogeno si riferisce in particolare al glioma e al neurinoma acustico, tumore che riguarda l’ottavo nervo cranico e quindi interessa le funzioni dell’udito e dell’equilibrio. Non sono mai emerse evidenze per altri tipi di cancro. Nonostante lo studio Iarc (troppo limitato secondo i critici), comunque, le posizioni all’interno della comunità scientifica sono rimaste finora variegate. Ora, però, c’è un caso apripista, un paziente zero, e Guariniello sta raccogliendo informazioni e documentazione, anche dai produttori di telefonini, sugli eventuali rischi per la salute segnalati per l’uso prolungato dell’apparecchio. E soprattutto, come accade per altri tumori, il magistrato vuole appurare dopo quanti anni di uso inappropriato potrebbe comparire la malattia? Una domanda a cui cerca risposta anche la scienza. Soprattutto per i tanti giovani che al telefonino passano le ore già da qualche anno.

Petizione al Parlamento Europeo per il riconoscimento di MCS e EHS

E' UN PASSO FONDAMENTALE per arrivare ad una raccomandazione del Perlamento Europeo di riconoscimento di MCE e EHS come malattie e come disabilit' occupazionali.


Adesso noi dobbiamo, impegnare tutte le associazioni e comitati a sollecitare tutti i ns Parlamentari italiani europei a firmare questa raccomandazione.

Occorre un testo base, che oguno modifichera' come crede in modo da sollecitarli da pio' versanti e fronti.


Chi si attiva apreparare questo testo ?

Giorgio





European Parliament: March 12th, 2012
Written declaration on the recognition of multiple chemical sensitivity and electrohypersensitivity in the International Statistical Classification of Diseases and Related Health Problems (ICD)

The recommendation includes not only ICDs – also Lists of Occupational Diseases.
Pdf is attached, or read text pasted here below the dashed line, or read at the EP website:
http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=WDECL&reference=P7-DCL-2012-0014&format=PDF&language=EN

Note: This is a Declaration submitted by 5 Members of European Parliament (MEPs, and 5 is the maximum number permitted for initial submission). There is a 3-month period (until June 14th, 2012) during which Members of European Parliament can sign on (for required majority).

All MEP information is easily accessible at:
http://www.europarl.europa.eu/meps/en/performsearch.html
On the search page simply select a country and click the “Show Result” button (at the righthand side), then on the Results list naming each representative click on each person to see their interests, background, contact details, etc.

Probably this is all available at the European Parliament website in other languages — I don’t know how to accomplish this. Their main homepage to select which language to proceed in is here:
http://www.europarl.europa.eu/
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _


(text pasted, Rule 123 refers to the general procedure re Declarations:)

DC\893800EN.doc PE484.928v01-00
EUROPEAN PARLIAMENT 2009 - 2014
12.3.2012 0014/2012

WRITTEN DECLARATION
pursuant to Rule 123 of the Rules of Procedure on the recognition of multiple chemical
sensitivity and electrohypersensitivity in the International Statistical Classification of
Diseases and Related Health Problems (ICD)

Raül Romeva i Rueda, Kriton Arsenis, Willy Meyer, Michèle Rivasi,
Oreste Rossi

Lapse date: 14.6.2012

Written declaration on the recognition of multiple chemical sensitivity and
electrohypersensitivity in the International Statistical Classification of Diseases and Related
Health Problems (ICD)

The European Parliament,

– having regard to its resolution of 4 September 2008 on the mid-term review of the
European Environment and Health Action Plan 2004-2010, particularly recital J thereof,

– having regard to Decision 1350/2007/EC establishing a second programme of Community
action in the field of health (2008-2013), and the White Paper ‘Together for Health’
(COM(2007)0630),

– having regard to its resolution of 2April 2009 on health concerns associated with
electromagnetic fields,

– having regard to Rule 123 of its Rules of Procedure,

A. whereas health inequalities between different European countries should be eradicated;

B. whereas multiple chemical sensitivity (MCS) patients are vulnerable to environmental
pollution and electrohypersensitivity (EHS) patients to electromagnetic radiation, both
involving serious risks in several areas over which they have no influence, such as the air
they breathe and exposure to EM radiation;

1. Recommends that Member States which have not yet done so include MCS and EHS in
their own ICDs and in their ILO-based Lists of Occupational Diseases; suggests that the
WHO Assembly include MCS and EHS in its upcoming ICD-11;

2. Urges Member State governments to apply existing rules regarding EM radiation and
exposure to harmful substances and to apply the precautionary principle strictly, with
effective health and environmental measures, in order to immediately protect those
affected, whose number is growing exponentially;

3. Suggests harmonising the rules on physical agents and harmful substances in the Member
States, on the basis of the strictest existing criteria, and also placing controls on imported
products;

4. Instructs its President to forward this declaration, together with the names of the
signatories, to the Council, the Commission and the parliaments of the Member States.

---- end of text

lunedì 12 marzo 2012

Lanciata la campagna mondiale EMR Action Day

la data è il 21 aprile 2012

qui di seguito trovate il link alla pagina, in Italiano che contiene le motivazioni

http://www.emractionday.org/node/10


Successivamente si vedranno quali attività anche in Italia potranno essere avviate per partecipare a questo evento Mondiale

giovedì 8 marzo 2012

Lettera al Ministro Salute su etichettatura cellulari

Al Ill.mo Signor Ministro della Salute

segreteriaministro@sanita.it



con la presente siamo ad informarLa della recente approvazione da parte del Parlamento Israeliano di una proposta di legge che obbliga di riportare l'avviso di pericolo sull'etichettatura delle confezioni di telefoni cellulari, come può leggere nell'articolo allegato.



La etichetta israeliana riporterà la frase: "Warning - the Health Ministry cautions that heavy use and carrying the device next to the body may increase the risk of cancer, especially among children."



E’ un peccato che – una volta ogni tanto –l ‘Italia, o meglio il Parlamento Italiano, era stato innovatore , con la legge 36/2001, che prevedeva la necessità di apporre etichette con l'avvertenza di pericolosità, ma, nessun Governo, in dieci anni, ha mai trovato il tempo di attuare questa disposizione legislativa



In questi anni l'esposizione della popolazione a fonti di campi elettromagnetici artificiali, soprattutto di radiofrequenze, è aumentata incommensurabilmente così come gli allarmi provenienti dagli organismi internazionali, tra cui l'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa e il Parlamento Europeo che hanno emesso dettagliate Raccomandazioni.



Ricordiamo che l’OMS (tramite la sua massima espressione scientifica, lo IARC ) ha classificato le radiofrequenze come possibile cancerogeno.



L'arrivo imminente della telefonia 4G , come anche gli ‘smart meter’ ci preoccupano ulteriormente per la mancanza di studi sulla innocuità di questi dispositivi.

Se il telefono cellulare fosse stato un farmaco, non sarebbe mai arrivato sul mercato perché mancano studi convincenti sulla sua innocuità.


Con la presente lettera, la Rete No Elettrosmog Italia ed i comitati di cittadini che in Italia sono nati per la difesa dai campi elettromagnetici artificiali, Le chiedono di aprire un tavolo di confronto con tutti gli stakeholders - rappresentanti delle agenzie pubbliche, scienziati indipendenti, rappresentanti delle associazioni, ecc. - per avviare tutte le misure necessarie alla minimizzazione del rischio e alla tutela della popolazione.



In attesa di un Suo cortese riscontro, La salutiamo cordialmente.







Francesca Romana Orlando , Giorgio Cinciripini

Membri fondatori di:

Radiofrequenze e movimenti della mano

Interessante questo lavoro di tesi presso una università Finlandese,
in cui si arriva a determinare una significativa correlazione tra presenza di frequenze (Radio e TV) ad intensità basse ed il movimento della mano nel 39% delle persone che si sono sottoposti a questi test.

Una ulteriore comprova che le RF provocano effetti (non termici) sul corpo !




How sensitive is a human being for EMFs and how to measure it?

Mr Paavo Huttunen's new PhD Thesis, University of Oulu, Finland.

Abstract:

" The aims of the present study were to clarify the antenna function
and radio frequency radiation (RFR) sensitivity of human subjects
using theoretical calculations and field tests. The weak very high
frequency (VHF) electromagnetic fields and spontaneous hand movements
were recorded. Groups of university students, other volunteers and as
a very interesting group, experienced well finders, were used as test
subjects. The VHF field was studied using a spectrum analyser and
tuneable narrow-band or broad-band meter with a dipole antenna. The
hand movements were registered by potentiometric systems and
electromyography (EMG). The test subjects (altogether n = 140) in
different tests were walking, sitting in a cart being pulled slowly
forward, or sitting in a moving car. The responses were observed and
hand movements were recorded and analysed by personal computers. By
visual inspection and using the Pearson's correlation, the results of
different individuals have been compared with the measured intensity
of far fields of a radio mast. Reaction spots and graphs defined by
different individuals in the same experiment areas have been compared
to each other.

Hand movement correlated with the reactions of the forearm and
shoulder muscles, e.g., pronator teres and trapezius, by EMG
measurements. The reactions of some persons correlated with each
other. Experiments in a slow moving wagon and in a moving car showed a
correlation between the test subjects’ hand movements and the
intensity of below 1 mV/m radio and TV signals measured in the
vicinity of the test subject. In open field tests different persons
usually reacted in widely different ways. The most evident results
were recorded near the buildings, where the radio waves reflected from
the wall and patterns of standing waves were clear. Many VHF frequency
modulated (FM) broadcasting signals were summed at these places at the
same time.

It is concluded that the spontaneous hand movement reactions occurred
as a response of the human body to the gradients of the VHF field
intensity. The reaction generally occurred in interference patterns of
multipath propagation or standing waves originating from the radiation
of FM radio and TV broadcasting transmitters and radiation reflected
from the walls of buildings or from other objects. This non-thermal
reaction was clearly observable as spontaneous arm movements by 39
percent of the 85 tested students. "


Opponent:Professor Alexander Priezzhev, M.V. Lomonosov Moscow State University

Tutors (Custos):: Professor Risto Myllylä (Univ. of Oulu), Professor
Osmo Hänninen (Univ. of East Finland)

Reviewers: Professor Valentin Dmitriev (M.F. Stel'makh 'Polyus'
Research and Development Institute, Russia), Professor Timo
Jääskeläinen (University of East Finland)

THESIS IN THE PDF FORMAT:
http://herkules.oulu.fi/isbn9789514297601/isbn9789514297601.pdf ,

giovedì 1 marzo 2012

Parlamento Israeliano approva le etichette di pericolo

Il Parlamento di Israele ha approvata una legge che impone sulle confezioni di telefonini una scritta che recita:

ATTENZIONE - Il Ministro della Salute avvisa che alto uso e mantenimento di questo telefono attaccato al proprio corpo può causare il rischio di cancro, specialmente per i ragazzi !




The labels will read 'Warning - the Health Ministry cautions that heavy use and carrying the device next to the body may increase the risk of cancer, especially among children.'
http://www.haaretz.com/business/knesset-backs-bill-requiring-cell-phones-to-bear-health-hazard-warning-1.415677