Syndication

sabato 29 settembre 2012

Un Comune svedese dà un aiuto concreto agli elettrosensibili


Martedì 4 Settembre 2012 alle 10:36 am (Notizie P4 Västernorrland)

La Municipalità di Örnsköldsvik decide di stanziare 20.000 € per bonificare case private in presenza di persone elettorsensibili.
E' una richiesta fata dalla locale associazione di ES in accordo con funzionari comunali.

E' un intervento significativo in quanto l'elettrosensibilità non è classificata come disabilità , ma si è valutato se ci sono o meno le condizioni di reali problemi di disabilità e che hanno bisogno di aiuto.

Interventi previsti sono: fogli di alluminio sulle pareti, pitture a base di piombo sul pavimento e sul soffitto, installazione di stufe a gas.



________________________________________________
by Tulla Maja Fogelberg.

Tuesday, September 4, 2012 at 10:36 am (News P4 Västernorrland)

Today, the City determines whether to allocate SEK 200 000 per year for elsanering of private homes.

The background is that members of the association in ElectroSensitive Västernorrland has pointed out the need and started the investigation with officers at Örnsköldsvik.

The system already exists in a number of other municipalities, especially north of Matti Ohlsson, handikappkonsulent and local sect Secretary in Örnsköldsvik Municipality.

Is it unusual for municipalities to grant this type of funding?

- Help to adjust their housing from municipalities is not uncommon, disabled facilities are very common, says Matti Ohlsson.

It says in the proposal that elsaneringsbidraget not covered by the rules of housing adaptation law. Why?

- It has probably more to do that EHS is not classified as a disability. Here we apart from it and not stuck in that discussion if there is a disability or not. We have noted that there are people who feel they have a need, says Matti Ohlsson.

Erland Lundgren is Chairman of ElectroSensitive association in västernorrland and according to him would mean a lot for grants to assist EHS.

- We have 60 members and I believe that at least half the need, ten of which are urgently needed. You try to find low-radiation environments, but it is hard to find it on your own.

How is it that elsanera a home?

- It means isolating all power in the house that they will not emit any radiation. It is an expensive operation, it costs at least 100 000. I've only elsa off my bedroom and it cost 12 000 SEK, says Erland Lundgren.

What are the symptoms of EHS?

- The most common is poor memory, particularly short-term memory. Aggressivite, short tempered, hard to restrain himself and imbalance. Some also have poor sleep.

What causes the disease?

- It comes as a bolt from the blue, it is difficult to predict who will suffer. I was sitting at my computer and felt myself every hot in the face and all red.

There s a pretty strong opinion against EHS - which says that it is hittepå simply. How do you experience it?

- It is strange for those who have seen and experienced it myself. You can also tag yourself and others that the only thing that helps is to get to a more low-radiation environment.

You live in a village outside Junsele. Forces all EHS to live lonely in rural areas?

- No, the worst affected. They are trying to find low-radiation areas.

Are you electrosensitivity? Or do you know someone who is?
Email: news.vasternorrland @ sverigesradio.se

Un breve video su una ragazza e un tumore al cervello

è un breve video, in inglese

Nuovo studio Finlandese sull'uso del telefono cellulare


Qui il documento prodotto, in inglese


E' un'indagine epidemiologica svolta dall'Istituto Finlandese sulla Salute  Occupazionale.in parte coordinato con il Progetto Internazionale COSMOS.
Il progetto è stato denominato WIRECOM = Wireless Communication Devices and Human Health.

 Risultati:

- Mal di testa ha almeno qualche volta limitato le usuali attività quotidiane per il 12% dei partecipanti allo studio e circa il 24% era stato disturbato dalla luce quando si ha un mal di testa.
In media il 15% ritiene la propria salute sia equo o compromessa.
Inoltre, i partecipanti hanno riferito i sintomi che si verificano in relazione l'uso del telefono cellulare. Quasi il 10% degli intervistati ha riferito mal di testa, tinnito 15% e il 10% la perdita di udito parziale, in combinato disposto con l'uso del telefono cellulare (sempre, spesso o qualche volta contro mai). Nausea è la sensazione minimo comune (3%) e bruciore nell'orecchio è stato il sintomo più comune (49%).
 
 - due studi sono stati condotti con il PET , con la conclusione che il metabolismo del glucosio nel cervello è sensibilmente ridotto nelle parti del cervello compatibili con l'uso del telefono
- Nel gruppo adulto, il valore SAR di 4 W / kg è stato utilizzato negli esperimenti. È superiore al valore massimo consentito normale GSM SAR di 2 W / kg, ma chiaramente inferiori ai limiti di sicurezza per esposizione a RF. Durante il tempo di esposizione di 20 minuti, una leggera diminuzione degli indicatori di flusso sanguigno della zona frontale è stato trovato. Questo risultato è in accordo con i risultati del Centro di Turku University s per lo studio Neuroscienze Cognitive PET.
La temperatura del canale uditivo aumentata di circa 0,5 ° C durante il tempo di esposizione 20 min. I campioni di sangue sono stati prelevati solo nel gruppo degli adulti, prima e dopo la seduta. La proteina S100 B è prodotto principalmente nel cervello dagli astrociti. ed è stato suggerito per servire come strumento di screening di lesioni CNS. Durante l'esposizione, la concentrazione S100B è diminuito significativamente
___________________________________________________________________________________
EXECUTIVE SUMMARY
The rapid spread of mobile phones and other wireless communication devices has in-creased the population’s exposure to electromagnetic fields at radio frequencies (RF).Even though the electromagnetic fields emitted by mobile phones and base stations areweak compared to safety limits, public discussion and some research findings have raisedconcern about possible health effects.During the years 1994 – 2007, four national research programmes were carried out inFinnish universities and research institutes, funded mainly by TEKES. The programmesattempted to respond to citizens’ concerns about the possible adverse health effects of mobile phones, and they were part of international cooperation to evaluate the healthrisks of electromagnetic fields at radio frequencies. Although these Finnish and foreignstudies generated a lot of information, there remain still some open questions. Therefore,in January 2009, a new national research project into the health effects of mobile phones’ RF fields was started. The objective was to enable large-scale and reliable research inindependent research institute, hence ensuring public benefit from the findings.The joint project WIRECOM (Wireless Communication Devices and Human Health), wasmade up of four different projects, containing a large-scale international cooperation thatincludes epidemiological monitoring research as well as provocative projects focussing onpossible effects on the head area. The projects dealt with the research questions thatwere the highest priority for the World Health Organisation (WHO), thus supporting theWHO’s planned evaluation of the health risks of RF fields.

The focus of the Finnish Institute of Occupational Health’s (FIOH) sub-project was to clar-ify whether the exposure of trial subjects to the RF fields from GSM phones produces lev-els of temperature change in the tissues of the head area which could be detrimental tothe health of the phone user.

The results of the volunteer tests by preadolescent boys and young adults indicated no significant increase in local ear canal temperatures or superficialcerebral blood flow. Alterations in peripheral thermoregulatory or circulatory autonomicreflexes typically related to the increase in the temperature of brain thermostat were nei-ther found. With the preadolescents boys the used phone transmitting power was themaximum allowed for the general public ( 2 W/kg).In the adult group, the SAR value of 4 W/kg was used in the experiments. It is higherthan the normal allowed maximum GSM SAR value of 2 W/kg, but clearly below thesafety limits for RF exposures. During the exposure time of 20 min, a slight decrease inthe blood flow indicators of the frontal area was found. This finding is in accordance withresults of Turku University’s Centre for Cognitive Neurosciences PET study. The ear canaltemperature increased about 0.5 °C during the 20 min exposure time. The blood sampleswere taken only in the adult group before and after the session. The protein S100 B ismainly produced in the brain by astrocytes. and it has been suggested to serve as ascreening tool of CNS injury. During the exposure the S100B concentration decreasedsignificantly (p<0,01). The levels, however, were within biological normal range both before and after the exposure. Any other significant changes were not found in other bio-chemical markers.The primary interests of the Centre for Cognitive Neuroscience of University of Turku(UTU) were in the possible link between RF exposure and metabolic changes in brain tis-sue, as well as in the link between functional changes in neurobiological mechanisms andcognitive functions. The research was carried out in cooperation with the national PETCentre. Two positron emission tomography (PET) studies were conducted to investigatethe effects of mobile phone radiation on brain glucose metabolism and cerebral blood flow(CBF) using fluorodeoxyglucose ([18F]FDG) and radioactive water ([15O]H2O), respec-tively. The main finding of the FDG-PET study was that the brain glucose metabolism wassignificantly reduced in the temporoparietal junction and anterior temporal lobe of theexposed (right) hemisphere. The SAR value during the exposure was 0.25 W/kg.The Radiation and Nuclear Safety Authority (STUK) was responsible for the construction of the exposure device for the subjects and for measuring exposure (dosimetry) in the othersub-projects. The quality of the numerical source model used was found adequate bycomparing the measured and simulated SAR values in a homogeneous liquid phantom.Also the simulated return loss and center frequencies agreed well with the measured val-ues. The high quality dosimetric assessment of the exposure systems is essential re-quirement for reliable human exposure studies.The fourth sub-project was also carried out by STUK, consisting of monitoring researchinto mobile phone users as part of a large-scale European project. The Finnish COSMOSstudy is a part of international collaborative COSMOS study with a common study proto-col. Besides Finland, national COSMOS study components have been launched in Sweden,Denmark, and the UK (30,000-66,000 participants in each country), and are being pre-pared in the Netherlands and France. International collaboration increases the statisticalpower of the study considerably, which is essential particularly for rare diseases such asbrain tumours (glioma, meningioma) and Parkinson and Alzheimer disease.People who use mobile phones at different levels were invited to take part in the researchand were contacted through their service providers. In the monitoring phase, data aboutthe participants’ incidence rate of illness were collected, and the question as to whetherthere is a link between use of mobile phones and the risk of illness was evaluated. A totalof 15,800 persons have agreed to participate in the study (9.6% of those invited) andabout 13,000 have also filled in the study questionnaire (8.0% of those invited). In thestudy questionnaire participants reported most often having started their use of mobileuse in the mid-1990s. Study participants usually reported having called their mobilephone 1-3 hours per week (38 %); 6 % belonged to the highest category of call time (> 6h per week) and < 1 % belonged to the lowest category (<5 min per week). About 60 %had used one mobile phone and some 5 % had used at least mobile phones during thepreceding three months. Headache had at least sometimes limited usual daily activities for12 % of the study participants and about 24 % had been bothered by light when having aheadache. On average 15 % considered their health being fair or poor. In addition, par-ticipants reported any symptoms occurring in relation to mobile phone use. Almost 10%of the respondent reported headache, 15% tinnitus and 10% partial hearing loss in con- junction with mobile phone use (always, often or sometimes vs. never). Nausea was the least common (3%) and burning sensation in the ear was the most common symptom(49%).All three major Finnish operators (DNA, Elisa and TeliaSonera) agreed to deliver operatordata for the participants upon researchers’ request. Operator data have been receivedfrom all the operators at least for a three month period each year. Study participants arebeing kept up to date about the progress of the study through a newsletter (sent byemail) and through the study web page (www.cosmostutkimus.fi).After the recruitmentperiod, the Finnish COSMOS is now entering the follow-up phase. We aim to send the firstfollow-up questionnaires in 2013 to those recruited in 2009. The study is expected tocontinue until at least 2020 or beyond.

 

OPEN QUESTIONS AND RECOMMENDATIONS

 

Research findings of both FIOH and UTU indicated that the RF exposure from the mobilephone can affect the brain metabolism and cerebral blood flow. However, conflicting re-ports have been published from other research groups on the brain glucose metabolismafter the RF exposure. There is a need for replication of the present results and to deter-mine possible dose-response relations using different RF exposure intensities. It is oneimportant way to evaluate the causality of the events. As the changes in the brain arevery difficult to measure, the research should be designed to use independent methodolo-gies (e.g. PET and NIRS) on the same physiological function. Similar results by independ-ent methods would give more credibility to the results.The effect of local SAR on brain glucose metabolism could be studied in the future with asetup delivering smaller and better defined and targeted exposed volume. With a dipole orplanar antenna the exposure could be targeted to a certain brain lobe. Higher SAR valuescould be used to study the dose-dependence of the changes in metabolism.A major threat for the future of the Finnish research programme is the lack of continuedfunding.

FUNDING
The main funder of the WIRECOM - programme was Tekes – the Finnish Funding Agencyfor Technology and Innovation. The programme received funding also from Nokia, Teli-aSonera and Elisa as well as from the participating research institutes. The Finnish Insti-tute of Occupational Health was the coordinator of the project.


______________________________________________________

New mobile phone research results from Finland

Main findings:

- Headache had at least sometimes limited usual daily activities for 12 % of the study participants and about 24 % had been bothered by light when having a headache. On average 15 % considered their health being fair or poor. In addition, participants reported any symptoms occurring in relation to mobile phone use. Almost 10% of the respondent reported headache, 15% tinnitus and 10% partial hearing loss in conjunction with mobile phone use (always, often or sometimes vs. never). Nausea was the least common (3%) and burning sensation in the ear was the most common symptom (49%).

- Two positron emission tomography (PET) studies were conducted to investigate the effects of mobile phone radiation on brain glucose metabolism and cerebral blood flow (CBF) using fluorodeoxyglucose ([18F]FDG) and radioactive water ([15O]H2O), respectively. The main finding of the FDG-PET study was that the brain glucose metabolism was significantly reduced in the temporoparietal junction and anterior temporal lobe of the exposed (right) hemisphere. The SAR value during the exposure was 0.25 W/kg.

- In the adult group, the SAR value of 4 W/kg was used in the experiments. It is higher than the normal allowed maximum GSM SAR value of 2 W/kg, but clearly below the safety limits for RF exposures. During the exposure time of 20 min, a slight decrease in the blood flow indicators of the frontal area was found. This finding is in accordance with results of Turku University s Centre for Cognitive Neurosciences PET study. The ear canal temperature increased about 0.5 °C during the 20 min exposure time. The blood samples were taken only in the adult group before and after the session. The protein S100 B is mainly produced in the brain by astrocytes. and it has been suggested to serve as a screening tool of CNS injury. During the exposure the S100B concentration decreased significantly.

http://www.ttl.fi/en/publications/Electronic_publications/Documents/WIRECOM.pdf

venerdì 28 settembre 2012

Come coinvolgere i nostri politici: impariamo dai nostri colleghi americani



Qui sotto trovate un post in un blog americano, analogo a questo nostro..


Nel post  viene riportato il link utile alla ricerca del proprio rappresentante  al Congresso USA,   in base al proprio CAP.

e quindi link alla proposta di legge che andrà in aula .


A quanto pare non suggeriscono un testo dello email/telefonate, ma puntano sulla capacità di pressione dell'elettorato nei confronti dell'eletto !


Potremmo pensare anche noi a provare a fare una cosa del genere ?



_________________________________________________________________


Take Action on Cell Phone Rigth To Know Act

Fri Sep 28, 2012 11:31 am (PDT) . Posted by:

"KathyB" praying2heal911


Everyone in the U. S. Please
write your Congress Representative to support HR6358 "Cell Phone Right
To Know Act", if you have not.

It's our duty to help get this 1st step passed. Look up your representative here. Do it now. Send an email or fax.

http://www.house.gov/representatives/find/

Referred to Subcommittee on Health August 3rd.

bill text

http://thomas.loc.gov/cgi-bin/bdquery/D?d112:1:./temp/~bdscqH:@@@X|/home/LegislativeData.php|

Or

http://kucinich.house.gov/news/documentquery.aspx?DocumentTypeID=505



Un blog ... amico !

http://sottocorno.blogspot.it/

qualche gruppo di cittadini di tanto in tanto si incavolano ...

come è avvenuto a Porto SanGiorgio (AP) per la autorizzazione alla installazione di una antenna, non gradita dai cittadini: 
durante il consiglio comunale c'è stata una giusta e rumorosa dimostrazione da parte dei cittadini del ... disaccordo : vedere articolo


Faccio questa battuta in quanto la notizia ahimé molto più grave:  che nel Decreto Sviluppo -  che doveva essere approvato oggi ma è stato rinviato al CdM del 4.10 - c'è la 'liberalizzazione' della installazione delle anteenne sopra ai condominii senza che i condomini si possano opporre ...
 nonostante che le 'afone' voci delle associazioni ambientaliste o di questa Retenoelettrosmogitalia   ...               è caduto nel vuoto più assoluto  !!!!      

Il sistema  di potere della Comunicazione è tale che la popolazione non lo sa ...

forse lo scoprirà quando arriveranno le compagnie telefoniche a chiedere di aprire la porta del solaio ... Sic !  

forse i partiti si stanno svegliando e riconoscendo l'elettrosmog ?!



almeno questo sta avvenendo a Matera


martedì 25 settembre 2012

Stop ai telefonini per bimbi


La compagnia Firefly Mobile USA   che era orientata specificatamente a telefoni e telefonia per bambini, dal 24.9.2012 ha smesso le sue attività ... non hanno spiegato il perché ...

speriamo che un po' di sale stia entrando nelle zucche dei genitori (statunitensi) !

domenica 23 settembre 2012

Un dispositivo a microonde per coagulare tessuti

Mi viene segnalato questo articolo scientifico in cui si parla di un dispositivo elettronico  a base di microonde per coagulare il tessuto del fegato, nel trattamento di tumori epatici.

Eppoi c'è chi dice che i CEM non interagiscono con il corpo umano !  e  tra l'altro con il sangue, provocando la sua coagulazione = leggesi: trombosi, infarti, etc etc ...!






Lepers, B.Clegg, P.Cronin, N. and Wieland, I., 2012. A microwave surface applicator for tissue coagulation: Technical characteristics and performances. Journal of Medical Devices, Transactions of the ASME, 6 (1), 014502.
http://www.bath.ac.uk/physics/contacts/academics/nigel_cronin/
“This work describes the mechanical and the electromagnetic design of a microwave surface applicator used to coagulate liver tissue in the treatment of hepatic tumors. A good prediction of the ratio between reflected and forward microwave power (return loss) is obtained with a finite element model using commercial software. Laboratory testing of the applicator performed in polyacrylamide gel (PAG) and in ex vivo bovine liver show a hemispherical heat distribution pattern and hemispherical ablations up to 20 mm in diameter and 15 mm in depth in a controlled manner in 1 min. The applicator can also be used to coagulate larger areas of tissue with 2-5 mm depth by moving the applicator on the surface of the tissue. Experimental results indicate that the coagulated volume of tissue is approximately proportional to the energy delivered into ex vivo bovine liver, hemispherical in shape, obtained in short time duration with a volumetric rate of coagulated tissue of about 50 mm3/s.”
microwave coagulation mechanisms
adverse impacts of coagulation in blood include thrombosis/blood clot formation, arterial embolisms, strokes. 

venerdì 21 settembre 2012

Comunicato Stampa di Rete e AMICA




Al Presidente della Repubblica
Al Parlamento Italiano
Al Primo Ministro
Al Ministro dello Sviluppo Economico
Al Ministro dell’Ambiente
Al Ministro della Salute
Ai Senatori e Deputati
E p.c. ai Mezzi di Informazione
Roma, 20 settembre 2012
Oggetto: Reti senza fili ed elettrosmog – no all’Art. 29 del Decreto Sviluppo
Abbiamo appreso da organi di stampa che l’articolo 29 dell’attuale bozza del Decreto Sviluppo, nella sezione dedicata al digital divide, prevede di favorire una connettività al web più diffusa sul territorio, accorciando i tempi per le autorizzazioni modificando il Codice delle comunicazioni così: "Il proprietario o il condominio non possono opporsi all'accesso dell'operatore di comunicazione al fine di installare, collegare o manutenere gli elementi di rete quali cavi, fili, riparti, linee o apparati.”
Vi chiediamo di cancellare questo articolo dal Decreto sviluppo perché:
· incostituzionale in quanto stabilisce in modo del tutto arbitrario che gli interessi privatistici dell’industria delle telecomunicazioni sia prevalente rispetto all’interesse privato dei cittadini proprietari di immobili;
· incostituzionale in quanto fa prevalere il principio di utilità economica su quello della salute pubblica, della tutela dell’ambiente e del paesaggio
· in contrasto con la normativa precedente (Legge Quadro sull’Elettrosmog del 2001 e decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2003) che stabiliscono tempi e modi per le autorizzazioni che devono necessariamente essere lunghi per consentire agli Enti preposti di effettuare i dovuti controlli che rappresentano una sia pur minima garanzia di attenzione nei confronti dell’impatto delle installazioni di telecomunicazioni.
Vi rimandiamo al documento https://www.box.com/s/5zvafrfy3m3uri2gs95v
Firmato :
Rete No Elettrosmog Italia
A.M.I.C.A.

giovedì 20 settembre 2012

Meno male che ci sono i ladri di dati ...

vedete questo clip in Youtube  ...  si dimostra che le nuove carte di credito con RFID, ovvero con un chip che si connette via wireless ad un lettore,  .... è insicuro !

nel video si vede come con un strumento RFID (che lancia una connessione e riceve il numero di carta di credito) basta avvicinarsi alla borsetta, portafoglio dell a  persona per 'cuccargli' il numero !!!

Bene !    

si conferma la debolezza dei sistemi wireless dal punto della sicurezza dei dati ed informazioni  :   questa debolezza è un alleato per frenare l'espansione della eccitazione da wireless che il mondo occidentale ha avuto !   molto piu' dei simposi o valutazioni dello IARC

lunedì 17 settembre 2012

Ricerca USA su armi a base di radiofrequenze



Vi segnalo questo articolo, in inglese, su Nature   che racconta della storia degli high-power microwave (HPM) weapon   ovvero armi basate su microonde ad alta potenza:  
consistono in un 'fucile' che emette onde concentrate alla frequenza di  95 gigahertz, che penetrano solo di un mm sulla pelle dando una forte sensazione di bruciore e quindi spingendo la persona a figgire.  E tutto questo, in teoria, senza danni permanenti .

Le forze armate USA hanno speso cintinaia di milioni di USD negli ultimi decenni , senza arrivare ad una decisione finale.

Tutto nasce  negli anni '60 con la ricerca di sistemi bellici basati su onde elettromagnetici, come una bomba di questo tipo fatta esplodere nel 1962 a 400 Km di quota sopra il Pacifico: gli effetti furono a distanza di molte centinaia di Km , con disturbi ad allarmi ecc. .  Grandi ricerche sono state svolte per cercare sistemi che possano bloccare tutti i computer i sistemi elletronici 'del nemico', tramite un missile ...

E in tutto cio' non si parla degli effetti delle radiazioni sul corpo umano ???!!!  per foruna negli anni '90 le Air Force iniziarono degli studi su strani effetti di 'suoni' riportati da tecnici a causa di RF: , ma con una direzione  opposta :  sempre come arma per bloccare una persona, sottoposta a questi raggi !


Decreto Sviluppo e Teknostress


L’art. 29 del Decreto Sviluppo di cui si discute in questi giorni tra i nostri governanti, è certo uno Sviluppo, ma dell’economia delle lobby delle telecomunicazioni che usano i politici per propri fini e questi investono i voti degli elettori nello Sviluppo di pandemie.

Perché la proliferazione di nuove antenne per il lancio della tecnologia LTE richiede più energia elettromagnetica e dunque meno energia per gli sventurati cittadini.

Ben venga la tecnologia innovativa ma al servizio dell’ uomo, non contro; se non si è capaci di inventare metodi di protezione o schermatura: alt!

Che l' OMS o il Consiglio d'Europa o Consorzi scientifici indipendenti abbiano da tempo raccomandato prudenza, chi se ne frega, questa non genera profitto, e allora?

Via al Decreto di Insanizzazione di Massa, grandi affari anche per farmaceutiche lobby, mai in crisi.

E' il progetto integrativo di riduzione della popolazione mondiale in atto da tempo per mezzo delle scie chimiche, HAARP, campi elettromagnetici,.

Decretato per legge, come l' IMU, nessuno deve opporsi se vengono installati altri impianti sui nostri tetti a guisa di mostruose postazioni di extraterrestri: imposto come servizio di utilità pubblica gestito da alcune compagnie private in concorrenza tra loro con profitti privati. Un servizio pubblico di regola è gestito da  un solo Ente, dunque:

incostituzionalità piena.

La ipocrita decisione del governo, delle nostre Autorità, pagate dai cittadini, per i quali dichiarano, sfacciatamente, di svolgere scelte di interesse pubblico.

Sempre al servizio dei cittadini.

Ovvero, al servizio di quelli che da tempo hanno perso il sonno, l'equilibrio, la memoria, la vista, la libido;

di quelli che da tempo sono iperattivi, ipertesi, tumorati, deconcentrati, aggressivi ;

di quelli  sempre più depressi con tendenze suicide e di violenti sino ad ammazzare per futili motivi. Troppi.

 Effetti del teknostress ben conosciuti dai nostri governanti  ma che preferiscono occultare e riconoscere semmai un piccolo danno da svalutazione dell'immobile  risarcibile per effetto della servitù coattiva.

I guadagni accumulati per danni sanitari inquantificabili causati sino ad ora e mai risarciti, vengono reinvestiti per altre onde pericolose, escludendo l’impiego di fibra ottica perché costosa.

Certo, ma molto meno della salute universale.

Infatti le imprese di assicurazione hanno sempre rifiutato di coprire danni da

elettroinquinamento e chi sarà chiamato a corrispondere i risarcimenti per danni sanitari a terzi?

Saranno proprio quegl'ignari proprietari cui è stato imposto l'obbligo di locazione.

La insostenibilità del costo sanitario attuale e la decisione del governo di distribuire più onde ai cittadini porterà inevitabilmente al collasso, sanitario e economico.

Come altri Stati prima, anche l’India, da questo mese, ha imboccato la giudiziosa via della prudenza,  abbassando di dieci volte i limiti.

                                     Governanti non proteggete la salute finanziaria di imprese corruttrici, ma quella dei vostri elettori, molto più preziosa !

 

Antonio Gagliardi

Elettrosmog Volturino


 

dai & dai ... la tecnologia qualche volta può aiutare Eco-WiFi

...  oggi, francamente, riuscire ad imporre di abbandonare il sistema WiFi è puramente un sogno irrealizzabile.

Magari evitare che  in certe aree specifiche, vedesi Elettrosmog-free, si possa ' riuscire ad ottenere un blocco , forse ...
Non so cosa ne pensano gli amici  no-elettrosmog...


Nel frattempo vedo che - in analogia a quanto è successo per i cordless, ovvero con la creazione degli 'Eco-Dect',  adesso compare    un modem-router punto di accesso e di  trasmissione  wifi , che viene chiamato Eco_WiFi.

Si basa sulla riduzione della trasmissione del segnale quando è in stand-by:

 infatti normalmente un sistema wifi standard trasmette CONTINUATIVAMENTE 10 volte al secondo: questo invece una volta ogni 2 secondi, quando non usato (ed è la maggior parte del tempo).
Inoltre le potenza del segnale è aggiustabile  in base alle effettive distanze utilizzate,
si spegne ad orari prestabiliti , ...

Mi sembra una bella (e banale) trovata: dovremmo pubblicizzarlo !

domenica 16 settembre 2012

Corriere della Sera sulle antenne sui palazzi !

altro articolo sul Corriere della Sera sul preannunciato 'salto alla diligenza' voluto dalle lobby della telefonia e, pare, avallato dal Governo ...

giovedì 13 settembre 2012

sono arrivati ... il Governo a fianco delle società di telefonia

nel testo del DECRETO SVILUPPO 2  art. 29 riporta che il condominio non possa rifiutarsi alla installazione di una antenna e ripetitore di telefonia ...

vedere anche questo articolo 

Serata a Mozzate (VA) sull'elettrosmog

qui la locandina

mercoledì 12 settembre 2012

Alti campi magnetici ad Arese

qui un articolo sul giornale  IL GIORNO che riporta l'attività di cittadini di Arese che hanno misurato valori impressionanti di campo magnetico nel quartiere, dovuto a tralicci di alta tensione

domenica 9 settembre 2012

10 anni di cellulare aumentano del 290% la probabilità di tumore

Un recentissimo studio del gruppo del valentissimo Hardell della Università di Orebro in Svezia, in cui riportano il risultato di indagini secondo le quali un uso intensivo  per oltre 10 anni del telefono cellulare puo' portare ad un incremento del 290% della probabilità di tumori.
______________________________________________________________________
Anthony Gucciardi
Prisonplanet.com
Sept 6, 2012
How long have you been using your cellphone? Using a mobile device for any length of time is damaging to some degree, but new research is shedding light on just how significant of an influence extended cellphone use has on the brain. In a newly-released study conducted at the Örebro Hospita in Sweden, it was revealed that 10 years of cellphone use resulted in an average 290% increased risk of brain tumor development. Interestingly, the tumor development was found on the side of the head in which the cellphone was most used.
It’s important to understand that cellphone use has gone up significantly since 10 years ago, meaning that more recent results may show an even higher risk. Statistically, the average person in Britain and many other developed nations will soon have about 2 cellphones each. With the increased number of cellphones on the citizens of the world comes something known as ‘second-hand cellphone use’. Just as with smoking, sitting in a bus, airplane, or train will expose you to upwards of several hundred cellphones at one time.
Another key factor is that 10 years ago far less young children were using cellphones –a select few having them as ‘emergency’ contact devices. Now, it’s not uncommon to see children under 10 chatting or texting on their cellphone throughout the day. It is a well known fact that developing children are more affected by cellphone radiation, with behavioral disorders known to develop from cellphone use at an early age. It is also known that cellphone radiation is actually changing the brain in ways that are not currently understood.
In other words, the large-scale global use of cellphones is essentially a massive biological experiment. The true long-term effects will only be absolutely known when they occur. Following the research, this will likely be a historical spike in brain tumor development and damage.
As you certainly know, the best way of protecting yourself from cellphone radiation is to simply not use it. When turning the phone off, it reduces the emission rate close to zero. This is not always an option for many, so there are a few vital methods of reducing the damage:
  • Try and use the ‘speaker’ option on your cellphone when possible, holding it in your hand away from your head.
  • Turn your phone off at night or when you are not using it.
  • Place your phone in ‘airplane’ mode if you cannot turn it off entirely.
  • Look into and heavily research radiation protection options for your phone. Be aware there are a number of fake items out there, so always look for a product brand with real research behind it.
On a grander scale, it is essential to let your friends and family know the dangers of cellphone use. It is by generating awareness and getting those you know upset that real change will occur within the industry.

sabato 8 settembre 2012

con iPhone5 viene di fatto lanciata in Italia LTE

Qui trovate un bello articolo dei nostri amici di Mainfatti.

Bisogna stare molto attenti (e lo dico a TUTTI quelli che stanno leggendo e seguono questo blog) a cosa si sta pensando ed elaborando nei ministeri e nel governo:  l'idea insensata del precedente Min. dell'Industria di ALZARE i limiti di esposizione era funzionale alla introduzione dell'LTE!   ed ora è arrivata ...

Allora  siamo riusciti a bloccarla, grazie anche allo impegno (strano ma vero) delle ARPA !

Ma le lobby della telefonia non sono andati in pensione ... e questo governo di tecnici abbiamo visto che è molto vicino ai 'mondi tecnici' ... considerate che le aziende di telefonia hanno pagato 2 o 3 Miliardi di Euro per avere quelle frequenze ...   conclusioni ?!

Quindi massimo impegno di tutti a seguire , innanzitutto sui documenti - tanti - disponibili nel Web,  su proposte e bozze di innalzamento dei limiti :

quando ne abbiamo un sentore,   dobbiamo immediatamente procedere ad un bombardamento informativo  di tutti i media , parlamentari, scienziati etc etc

che ne dite ?

venerdì 7 settembre 2012

Attenzione ai trasformatori e carica batterie del pc

Sollecitato da una nostra amica di questo blog, sono andato a misurare il carica batterie dei due notebook che uso. 
Queste sono le conclusioni:

la situazione normativa è la seguente:

per le basse frequenze (50 Hz) vale il DM29052008 che prescrive , pag 5, un valore di attenzione pari a 3 microT = 3000 nT .

Ho misurato adesso un trasformatore della Lenovo (un a volta IBM), riporta i valori a 2 cm che variano molto sulle varie superfici andando dai 50 ai 1300 nT.
A 1 m. valori di 10 nT ca.

Questi valori vanno confrontati con le guideline internazionali (utile una pubblicazione   della associazione ES inglese, dal titolo Electromagnetic Sensitivity: A Summary datata Feb 2010 ) in particolare sviluppate da Building Biology Evaluation Guidelines for sleeping area , Bioninitiative e RCNIRP:

nessun disturbo per valori  < 20 nT
leggeri disturbi (per persone ES)   < 100 nT
disturbi severi : < 500 nT
estremamente severi  >  500 nT

Biolinitiative indica valori di sicurezza a 100 nT


Conclusione:  attenti !  state lontani da questi aggeggi  !   quali azioni di informazione e di allarme ?

Azione di disturbo sulla classificazione IARC

A proposito di demifisticazione della scienza ...

qui trovate un documento di tale Science Forum ELF di berlino che ha preso in esame la classificazione dello IARC/WHO '2b' - possibly canricogen' , ma visto dal punto di vista della comunicazione.


Nel documento si mette in discussione la qualità ed il peso della decisione (presa  da una trentina di massimi scienziati del settore, dopo lunga e sofferta lotta ...!)  in quanto, secondo loro,  avrebbe dovutomotivare le scelte fatte e  dare delle specifiche di pericolosità ; ma anche  mettendo in dubbio il valore di questa classificazione ( facendo notare che nello stesso gruppo c'è il DDT ed il coffee (acido caffeinico) .... ma nascondendo che ci sono altri 260 ca. prodotti chimici molto aggressivi , ben noti ad un semplice chimico!) ...

Bene,
ma chi sono questi tizi ?
vado nel loro sito e candidamente sono costretti a dire:

Who is supporting the Science Forum EMF?
The Forum is supported by third-party funds. Start-up financing was provided by the German Telekom. Of course, we know that this conjuncture might raise some questions. Therefore, it is particularly important to ensure that all our activities are conducted in a transparent manner.

cioè , alla domada : ma chi vi  paga ? .... la Telecomm tedesca !!!!  sic !  ma loro sono corretti, non vi preoccupate

sabato 1 settembre 2012

Tribunale del diritti umani a fare della class action

Il Tribunale dei Diritti umani della British Columbia, in Canada, ha confermato la possibilità di avvio di una class action da parte di una associazione contro la installazione di smart meter (che sono i contatori 'intelligenti' = WiFi [che dovrebbe essere sinomino di intelligenza ...!]  )

In particolare ha considerato l'aspetto del nesso tra disabilità (elettrosensibilità) ed un   trattamento dannoso del servizio pubblico
qui una sintesi