Syndication

martedì 29 aprile 2014

Nessuna interazione tra cervello e radiofrequenze ? guardate questo video

Qui c'è il link ad un video (è in inglese, ma si capisce bene cosa succede ...) in cui un Prof di una università inglese dimostra come la testa sia un bel esempio di amplificatore di una fonte di radiofrequenze molto banale, come ... il telecomando della chiave della auto !!!


lunedì 28 aprile 2014

Buone nuove da Arezzo !

Trasmetto, pari pari, una bella email proveniente da Flavia Bisogni che è riuscita a bloccare la SCIA documento necessario per la installazione/modifica di una stazione radiobase.

Sent: Thursday, April 03, 2014 12:48 PM
Subject: Fw: Fw: FLAVIA BISOGNI -risposta dott.ssa Lietti -ARPAT- ANTENNE telefonia TALZANO-AR-

Vi invio la tempestiva risposta
della Dott.ssa Rossana Lietti
-Resp.ARPAT -Area Vasta Sud Settore Agenti Fisici-AR
augurandole sopratutto una tempestiva guarigione,
e restando nella speranza che Codesta Amministrazione si dimostri capace di dare risposte certe e conseguenti alle scelte fatte e di non promettere soltanto cose che poi non riescono o "non vogliono" mantenere ai cittadini .
    
 Resto fiduciosa e con rinnovata stima vi saluto,
 Flavia Bisogni
----- Original Message -----
To: Flavia Bisogni
Cc: roberto
Sent: Wednesday, April 02, 2014 1:05 PM
Subject: Re: Fw: FLAVIA BISOGNI -- ANTENNE telefonia TALZANO-AR

in relazione alla mail sottoriportata:

- per pareri TIM-VODAFONE,  come già le avevo segnalato telefonicamente,  procediamo alla emissione degli stessi (visto che in assenza di pronunciamento scatta silenzio-assenso sulla scia art. 87-bis anche sulla parte radioelettrica di competenza di ARPAT), fermo restando che in presenza di parere negativo del Comune sulla non compatibilità al piano di localizzazione la scia diventa inefficace, anche se il ns. parere  positivo;
- in merito alla richiesta di accesso agli atti per progetto AIE,  ho inoltrato in data odierna la richiesta ai controinteressati che precisino quali parti del progetto  sono sottratti dall'accesso agli atti e relative motivazioni; comunque quando rientro in ufficio (sarò assente per una quindicina di giorni per operazione) la contatterò per sapere cosa ha già acquisito del progetto dal Comune per non fotocopiare parti che ha già acquisito eventualmente dal Comune (evitando così di porre in carico i relativi costi di riproduzione).

Cordiali saluti.

Rossana Lietti

Il 02/04/2014 0.45, Flavia Bisogni ha scritto:
To: Flavia Bisogni
Sent: Monday, March 31, 2014 11:25 AM
Subject: Fw: FLAVIA BISOGNI -richiesta chiarimenti- ANTENNA TALZANO-AR

- Al Sindaco del Comune di Arezzo
- Al Vice-Sindaco del Comune di Arezzo
- All'Assessore dott. Paolo Fulini
- All'Assessore dott. Marcello Caremani
- Alla Direzione Servizi per il Territorio 
  Direttore Ufficio Udilizia - arch.R.Calussi
 - Ai Tecnici referenti ing. L.Romolini e ing.Berlingozzi

-Al Vice Presidente Commissione Assetto Territorio - Ambiente R.Barone

p.c. Alla Responsabile dell'U.O. Reti ed Infrastrutture  di     Mobilità- ARPAT-AR -dott..ssa R.Lietti
p.c. Dott.ssa L.Franchini per il Difensore Civico Toscana
    Spett.li  Referenti,
con la presente e a seguito di numerosi contatti, riunioni, telefonate, sopralluoghi,colloqui con gli uffici competenti sia dell'Amm.ne Comunale che dell'Agenzia regionale ARPATdi Arezzo, seguiti all'invio della mia lettera fatta recapitare alle autorità cittadine del 23.01.2012 ( che allego di nuovo) e a tutte le questioni che si sono susseguite in questi anni,
chiedo di poter essere messa a conoscenza delle decisioni che Codesta Amministrazione intende adottare in merito alle recentissime richieste delle Società Telecom Italia s.p.a. e Vodafone Omnitel N.V.
che  con segnalazione certificata di inizio di attività - cosidetta SCIA - del 7.03.2014- n.protocollo 2186- ( vedi allegato prima pag. senza n.protocollo e data!) chiedono la riconfigurazione radiolettrica degli impianti di telecomunicazioni :
-Telecom codice sito "AR86 AR INDICATORE
- Vodafone Omnitel N.V. codice sito " 3OF03484 AREZZO INDICATORE
TALE AVVIO DEI LAVORI DI RICONFIGURAZIONE PREVEDONO PER ENTRAMBI I GESTORI DI TELFONIA  LA RICONFIGURAZIONE  RADIOLETTRICA ATTRAVERSO  LA SOSTITUZIONE DELLE ANTENNE ESISTENTI DELLA STAZIONE RADIO BASE CHE PREVEDONO AD INTERVENTO ULTIMATO IL FUNZIONAMENTO DELLE TECNOLOGIE
 GSM900- LTE800 e UMTS2100
Inoltre le stesse compagnie telefoniche già nel giugno 2012 avevano presentato domanda di adeguamento dei sudetti siti e anche in quell'occasione chiesi a codesta Amministrazione a all'Arpat chiarimento in merito, e-mail del  31.07.2012- richiesta informazioni antenna tim-vodafone.RISPOSTA NON AVUTA ma  ADEGUAMENTO CONCESSO ED ESEGUITO?
L'Amministrazione Comunale di Arezzo con C.C.N137 DEL 16/10/2013  ha approvato Il Piano territoriale per la minimizzazione dell'esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici  -Adozione ai sensi dell'art.69 della L.R.1/05 D.C.C n.33/2011
Ricordo con emozione la conferenza che tenne l'Assessore Fulini , alla quale fui anch'io presente , nella quale si parlava di questa approvazione come una grande vittoria ed un punto fermo per il futuro sviluppo dell'immissione di queste tecnologie sul territorio aretino sopratutto a salvaguardia e tutela della salute dei cittadini. (vedi articoli di giornali allegati)
SE NON HO  LETTO MALE questa delibera del Consiglio Comunale -c.c.n.137 del 16/10/2013 :
riporta negli allegati ,a pag 66, della bozza definitiva  RT 016 09 P 04 -POLAB, 
5.2.10-ipotesi di modifiche tecniche, sia per Gestore  Telecom che Vodafon -Talzano -e cioè un DEPOTENZIAMENTO, con INNALZAMENTO  anche dell'antenna da mt 16,37 a 19 mt, inoltre sulle osservazioni  n.1 per l'antenna fs e wind addirittura di uno spostamento-
  Cosa deciderrà l'Amministrazione  in merito a questa richiesta ?
Si terrà conto del Piano territoriale per la minimizzazione dell'esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici  , oppure  Le compagnie possono già avviare i lavori, visto che hanno presentato una SCIA?
   IN QUESTA OCCASIONE SPERO CHE NON SI CHIUDANO LE PORTE QUANDO I BUOI SONO GIA' SCAPPATI!
    p.s  questa settimana hanno ricoverato d'urgenza mio zio ed operato per l'asportazione di un tumore, all'intestino,  abita vicino alla mia abitazione e vicino alle due antenne di Talzano.
SCUSATEMI SONO, SIAMO ESAUSTI DI QUESTA SITUAZIONE,dateci una risposta certa!
Ringraziandovi anticipatamente, resto in attesa di Vostre comunicazioni in merito.
 Cordiali saluti. Flavia Bisogni                      Arezzo 31. 03.2014
SENTENZA DEL TAR DI FIRENZE-dà ragione al  Comune di Arezzo contro la Wind 
ma aimè la cella Wind , sul palo Fs sito in località Talzano a tutt'oggi è sempre rimasta attiva
a quando la delocalizzazione dell'intero sistema? 

SENTENZA DEL TAR DI FRIULI- dà ragione al Comune contro Telecom Italia

TAR Friuli Venezia Giulia, Sez. I, n. 17, del 21 febbraio 2014
Elettrosmog.Legittimità criteri del Regolamento comunale per la localizzazione, l'installazione ed il monitoraggio degli impianti di telefonia mobile 
.........

venerdì 25 aprile 2014

Altro attacco allo IARC

L' infaticabile Repacholi, a molti noto per la sua competenza ... profusa per negare sempre la evidenza degli effetti dei campi elettromagnetici sulla salute umana ... ora ha pubblicato Bioelectromagnetics. 2014 Apr 15. doi: 10.1002/bem.21851. [Epub ahead of print], un articolo dal titolo
Do people understand IARC's 2B categorization of RF fields from cell phones?

ovvero il 'popolo' comprende il significato della classificazione 2B per le radiofrequenze ?

Attacca le conclusioni di quella commissione grazie ad un' indagine online fatta sulla percezione del rischio percepita da chi ha risposto al questionario (che come tale non ha alcuna valenza scientifica in quanto non è basato su un campione statisticamente significativo).   Conclude che IARC deve meglio saper 'comunicare' ...

Ovviamente ha sistematicamente omesso di parlare degli studi di Hardell, che tra l'altro è andato avanti rispetto ai dati pubblicati fino al 2011 (e considerati dalla Commissione), con la pubblicazione di alcuni mesi fa in cui si avanza , in modo consapevole e determinato, la 'maturità ' delle conoscenze per modificare la classificazione a 2A, probabilmente cancerogeno.

giovedì 24 aprile 2014

Israele : l'Alta Corte ha ordinato alla Stato Israeliano di spiegare perché Wifi nelle scuole


A valle della causa intentata dalla associazione National Parents Leadership, the Sane Cellular Forum and others, il giudice della Alta Corte ha imposto allo Stato (Ministro della educazione)  di motivare la sua scelta di spingere la diffusione del wifi nelle scuole, nonostante che , a parole, aveva sostenuto la necessità di attuare un processo prudente ...

Pare che ormai tutte le scuole siano coperte da questa tecnologia.

Sono già riportati disturbi neurologici e quindi scioperi e proteste dei genitori senza che il Ministero reagisca. 

..................................

Interessante è l'approccio dei giudici :  < perché ? quali sono le valutazioni seguite ? ...>





Press Release of the National Parents Leadership 23.4.14

Press release - High court Wi-Fi lawsuit  National Parents Leadership vs. the Ministry of Education

The high court ordered this morning to the State, to explain why they won't act to deploy wired networks in all schools in the country and stop using Wi-Fi networks in the frame of the computerized curriculum


The decision was given by judges Gronis, Naor and Meltzer, in a lawsuit filed by the National Parents Leadership, the Sane Cellular Forum and others by lawyer Michael Bach, against the Ministry of Education.

The basis of the lawsuit was the argument that the Ministry of Education adopted for the outside impression expert opinions who determined that WiFi radiation endangers especially the health of children, who are especially sensitive to radiation.

The Ministry of Education wrote in different documents filed to the court, about how they see themselves committed to children's health and therefore they must act according to the precautionary principle and to deploy wired networks in schools. 

But words and actions are two different things. In practice, the Ministry of Education pushed massively thousands of wireless networks into schools all over the country, while exposing the children to risk in contrast to the presentation to the outside.

In the previous meeting, the high court asked to receive data, and from the data that were given by the Ministry of Education it turned out that 75% of schools have Wi-Fi, and the plaintiffs estimate that the rate is even much higher.

During the last months many children started complaining on headaches, dizziness, nauseas and more, that became stronger when the radiation was activated in schools, and disappeared when they were not in schools.

In different schools there were demonstrations of the parents, school strikes, and classrooms were separated to pupils who did not agree to be exposed to radiation, and studied with books, and those who studied with the computers program.

The computers program is blessed and important pedagogically, but needs to be done with cables or optic fibers, that will improve it, since with optic fibers the surfing is quicker and better.

This way, both progress will be achieved and the interest to keep the children healthy.
Today the high court gave a conditional injunction which has a very significant saying, according to which, if the State does not convince the court otherwise, there is a place to accept the petition.

Intervento di attivisti americani nei negozi di telefonia per attaccare etichette di allarme !

Vi segnalo questo servizio giornalistico fatto da due esponenti delle associazioni California Brain Tumor Association and Stop Smart Meters! che sono entrati in un negozio della Verizon per attaccare delle etichette che segnalano  la possibilità di rschio delle radiofrequenze ... vedere ...
https://www.youtube.com/watch?v=sTCC2R0OVDs#t=21

Impressionante come la industria elettronica e della telefonia americana stia tenendo sotto controllo gli stati americani ed i sindaci per evitare che passi una qualche legge che permetta la affissione di etichette di avviso di pericolo.

A San Francisco nel 2011 il Comune approvò una legge specifica. La CTIA che è la associazione economica del Wireless ha spostato, come ricatto, la Fiera della Telefonia via da San Francisco. Inoltre ha avviato una causa contro il comune. Pur avendo vinto il Comune,  il nuovo sindaco più vicino alla 'tecnologia' (?!) ha imposto al Comitato Direttivo di cancellare quella norma !

Nello stato del Maine è passata analoga legge. Il giorno successivo CTIA è riuscita a bloccarla pur nella fase formalmente burocratica perché di fatto diversi legislatori hanno cambiato idea !!!

Nello  stato di Haway una proposta di legge analoga è stata presentata nella commissione Salute, ma poi bloccata.

Idem in California .
Diverse città che hanno programmi analoghi ricevono lettere minatorie della CTIA .

... e quello è il paese delle liberà !

E in Italia ?

Noi siamo gran figli di 'buona donna' ... ovvero nel 2001 è stata approvata la legge 36 che prevede la etichettatura, ma occorre un decreto attuativo ... guarda caso in 13 anni il Ministero dell'Ambiente non ha trovato mai tempo !   Nel 2011 è stato coinvolto durante un evento un Dirigente di tale Ministero che ha ammesso ... che sono in ritardo ... 

martedì 22 aprile 2014

Anche i Vigili del Fuoco americani contrari alle installazioni di antenne ...

Qui c'è un documento della IAFF
The International Association of Fire Fighters, headquartered in Washington, DC, represents more than 300,000 full-time professional fire fighters and paramedics who protect 85 percent of the nation’s population. More than 3,200 affiliates and their members protect communities in every state in the United States and in Canada.

In questo documento loro dichiarano, documentando, la loro contrarierà allo utilizzo delle strutture dei VVFF americani e canadesi per piazzare le stazioni radiobase ...

venerdì 18 aprile 2014

Calcio ionizzato : chiave per possibile cura degli effetti

E' stato rilanciato il lavoro del Prof Andrew Goldsworthy   che ha sviluppato  la relazione tra campi elettromagnetici e perdita di calcio dalle membrane cellulari. 

Importante la conclusione:

si può combattere gli effetti curando la ipocalcemia derivante, assumendo calcio.

Io posso dire è ciò che mia moglie e mio figlio stannno facendo da anni.

Avete fatto un test sul calcio inonizzato nel sangue ?



One Page Summary of Andrew Goldsworthy ‘The Biological Effects of Weak Electromagnetic Fields’
What the power and telecoms companies would prefer us not to know
-- Andrew Goldsworthy , 2007
http://www.hese-project.org/hese-uk/en/papers/goldsworthy_bio_weak_em_07.pdf
§  Weak electromagnetic fields release calcium from cell membranes
§  The loss of calcium makes cell membranes leak
§  How calcium loss makes holes in membranes
§  Membrane leakage damages DNA
§  DNA damage may cause cancer
§  DNA damage reduces fertility
§  There may also be permanent genetic damage
The power and mobile phone companies have seized upon this characteristic
variability to discredit work on the non thermal effects of electromagnetic fields as
being due to the experimental error. Nothing could be further from the truth. Many of
these experiments are highly reproducible, especially the fundamental and all important
ones on the effects of the radiation on the release of calcium from cell
membranes. Secondary effects further down the line may be less reproducible since
they are more likely to be mitigated by the intervention of cellular defence
mechanisms. Therefore, we cannot expect rigidly reproducible results in all
circumstances any more than we can expect everyone to experience exactly the same
side effects from taking a medicinal drug. However, that does not mean that they can
be safely ignored!
 
Conclusion
In the latter part of this article, I have explained how weak electromagnetic fields can
interact with cell membranes to weaken them and make them more permeable. …There is undeniable experimental proof that weak electromagnetic fields can remove bound calcium ions from cell membranes. There is also no doubt that bound calcium ions are essential for the stability of these membranes. Consequently, their loss will increase temporary pore formation under the mechanical stresses from pressure differences within the cell and abrasion by its moving contents. This very simple conclusion can account for virtually all of the known biological effects of electromagnetic fields, including changes in metabolism, the promotion of cancer, genetic damage, loss of fertility, deleterious effects on brain function and the unpleasant symptoms experienced by electrosensitive individuals.
 
Electrosensitivity and hypocalcemia – a possible cure
However, it seems possible that at least some cases electrosensitivity could be due to
low levels of ionised calcium in the blood exacerbating the electromagnetic effects. If
so, it may be possible to relieve some or all of the symptoms by conventional
treatment for hypocalcemia.

mercoledì 16 aprile 2014

Elettrosensibilità riconosciuta dalla struttura pubblica di assistenza sociale Francese

Un tecnico francese è stato inquinato da strumentazione tecnica in un laboratorio pubblico, con gravi sintomi di elettrosensibilità che hanno costretto di smettere di lavorare.

Poiché non gli hanno riconosciuto la infermità professionale lui ha adito alle vie legali.

Nel frattempo il MDPH  ( ente per la assistenza alle persone con disabilità) del dipartimento di Essome ha riconosciuto questa situazione di difficoltà con intervento economico ma anche di assistenza per gli interventi di adeguamento della csa per ridurre l'impatto delle radiofrequenze esterne.

Sembra essere il primo caso in Francia, e tra i primi in Europa (esclusa ovviamente la Svezia).





Google translation:

The Essone Departmental home of disabled persons ( MDPH ) granted financial assistance in late January to an electrohypersensitive (EHS) person, a first in France, according to the EHS group Collectif des électrosensibles de France.

Living in the south of Essonne, Jerome, 32, had to stop working in 2011 due to EHS contracted to work [1]. He blames a device he used daily as a technician in a public research laboratory in chemistry.
While the status of occupational disease was denied despite the opinion of a medical expert, and he is currently challenging this decision in court, Jerome has had more success with the MDPH of Essonne, which depends on the Department's general council.
Pioneer in the field, this Department included EHS in its  2013-2018 health plan, reconizing it de facto as a handicap, says Sophie Pelletier, co-chair of the Collectif des électrosensibles de France, contacted by the Journal de l'Environnement.
If the MDPH Essonne has already granted several people with EHS the status of disabled worker, its decision in late January to grant Jerome financial assistance seems a first in France , at least to Sophie Pelletier's knowledge.

Assistance to adapt his home
Jerome said in an interview that the aid was granted him to adapt his home and to protect himself personally : he was able to buy grounding equipment [2], a voice recognition system allowing it to stay away from his computer, an anti-radiofrequency (RF) canopy for his bed, anti-RF fabric to cover himself when he travels in the city, as well as measuring equipment, namely antennas for his RF meter.
Discreet on the amount of aid he received, Jerome says it allows him to cover about 75 % of the cost of hisequipment. It includes a one-time assistance for the most expensive equipment and a monthly support for what he needs to renew, in particular the anti-RF fabric which he uses to cover his clothes and his head. All were allocated for a period of three years.
"What brought us to this recognition is the fact that this issue was supported by very credible testimony of the medical profession, leaving no doubt about the reality of the disease," equivalent to an 80 % handicap rate, according to MDPH director Olivier Desmazeaud. He adds this is so far the only application for financial assistance that his organization has treated for the benefit of a person with EHS.
On sick leave since 2011, Jerome hopes to undertake training to find a job he could accomplish from his home.
[1] Not his real name.
[2] To evacuate electrical charges to the ground.

martedì 15 aprile 2014

Comunicato Stampa

Comunicato Stampa
Sentenza Grandi Rischi (2012): vale anche per le Radiofrequenze ?!

Le Istituzioni pubbliche garanti della sicurezza e la salute dei cittadini sono sempre più sollecitate a rivedere la corrretta  attuazione del principio di precauzione nello uso, sempre più esponenzialmente intensivo, delle radiofrequenze nella vita sociale e privata di tutti noi.

La risposta che stanno dando è purtroppo  di mantenimento  dello status quo, sicuramente sollecitati dagli enormi interessi economici delle società di telefonia, dei telefoni cellulari, della elettronica,  etc etc.

Ne sono brutti esempi i recentissimi:

- Comunità Europea che ha incaricato il suo Istituto scientifico SCENHIR  di fare 'il punto': conclusione: < tutto va bene!> ; le uniche forti contestazioni arrivate dalle minoritarie e sparute forze della ricerca scientifica indipendente  hanno distrutto , tecnicamente, il documento da loro prodotto, che scientificamente ... ha voluto oscurare la rilevanza dei risultati di analisi epidemiologiche recenti. Vedere qui i dettagli

- Canada,
che ha incaricato il suo Istituto scientifico Royal Society di fare 'il punto'; analoga evidenza:  <tutto va bene!> . Anche qui gli scinziati indipendenti   hanno demolito le conclusioni  ,anche perché hanno becccato due dei principali relatori del comitato del Royal Society , che avevano avuto finanziamenti ai loro laboratori dall industria: vedere qui

Che dire ?
Vediamo molte analogie con la condanna dell'ottobre 2012 dei sette membri della CommissioneGrandi Rischi  all'epoca in carica, che avrebbe fornito false informazioni circa l'improbabilità della forte scossa che la notte del 6 aprile 2009 causò la morte di 309 persone.               

Situazione analoga ?

 
Cordiali saluti
 
per la Rete NoElettrosmogItalia

Anche il Governo Canadese ufficializza delle valutazioni di rischio, ... drogate

Il Governo Canadese ha incaricato un suo Istituto statale:   Royal Society di aggiornare la valutazione del rischio nei confronti dei campi elettromagnetici.
Il risultato (vedere qui)  è stato quello ... che tutto va  bene ... vanno bene i limiti dell'ICNIRP !...

Il documento di supporto è stato immediatamente contestato dai 'ricercatori indipendenti' per le 'dimenticanze' e le conclusioni affrettate .

Ora  viene fuori  che due tra i 'superspecialisti' incaricati dello studio [ , Dr. Martin Blank, holds two PhD's and has published more than 200 papers at Columbia University on the health effects of wireless radiation. The other reviewer, Dr.
Anthony Miller MD, is Professor Emeritus at the Dalla Lana School of Public Health at the University of Toronto. ]


hanno ignorato sistematicamente la evidenza scientifica dei lavori pubblicati negli ultimi 5 anni. 
Sono stati beccati che avevano nel passato ricevuto finanziamenti da aziende del settore per le loro attività di ricerca , e quindi avevano conflitti di interesse, non dichiarati!


rassegna di articoli di commento sul falllimento della commissione
http://www.c4st.org/break-silence
 

domenica 13 aprile 2014

Intervento di Bioinitiative come commenti alle conclusioni del SCENHIR : una bocciatura completa!

Come forse noto la   Commissione Europea aveva chiesto di fare il punto (aggiornamento della informazione scientifica disponibile al momento) sulla entità del rischio dato  EMF sulla salute umana.

Il Rapporto, disponibile a tutti,  deve essere oggetto di valutazioni da parte di tutti .

C'è stata anche una conferenza ad Atene sulla quale già si è  avuto un'ulteriore conferma della preconcetta conclusione tratta dai tecnici incaricati. Vedere relazione della conferenza.

Grande attesa c'era per la produzione entro il 16.4.14 come previsto dalla CE, della posizione del gruppo Bionitiative Report.

Qui c'è tutto il documento con gli allegati (che hanno un volume ben superiore al rapporto di partenza !)

Conclusione

OVERALL COMMENTS
1. This Preliminary Opinion is an inadequate basis for updating the 2009 EU opinion on ‘Health
Effects of Electromagnetic Fields (EMF)’ and should be sent back for major revisions. The
conclusions drawn from the data presented are unreliable for judging possible health risks.

... il rapporto prodotto è inadeguato per aggiornare la posizione della EU datata 2009 su ' effetti dei campi elettromagnatici sulla salute e benessere'deve essere ritirato per essere profondamente rivisto. Le conclusioni tratte dai dati esistenti sono inaffidabili per esprimere un giudizio sui possibili rischi .  !!!

Speriamo nella possibilità sia di IEMFA che di Bioinitiative Report di dare voce a queste posizioni molto determinate e ben provate e documentate che - pur non avendo alcun impatto sui Media e quindi sulla pubblica opinione  - possa intaccare la sensibilità (?) o forse la paura di possibili ritorsioni sui Burocrati Europei [e qui va riportata la possibilità di utilizzo come caso giurisprudenziale la condanna dei Tecnici della Commissione Grandi Rischi sul terremoto de L'Aquila] ...

mercoledì 9 aprile 2014

Congresso di Atene: la voce della verità è forte e chiara ma solitaria ...

Il 27 e 28.3.14 si è tenuto  un congresso ad Atene voluto da SCENHIR, ente scientifico  europeo , il quale è stato incaricato  dalla CE di fare il punto sulle informazioni scientifiche in merito a principio di precauzione e ai  pericoli da EMF.   E' stato presentato un volume con le loro conclusioni sulle quali si attendevano commenti.

Solo 2 voci discordi erano state invitate !  Eileen O'Connor  (  associazione inglese Radiation Research Trust) e Sissel Halmøy rappresentante lo IEMFA.

 Qui c'è la sintesi dei loro interventi.

Non sono stati considerati i lavori di Hardell del 2013 che hanno evidenziato ancora una volta e con più forza, la relazione del tumore  el'uso intensivo  dei cellulari da più di 20 anni:      Hardell chiede la modifica della classificazione IARC da 2b a 1 (cancerogeno!)

E' stato fatto riferimento alla, per noi nota, sentenza della Cassazione di Brescia  in cui Telecom Italia ed INAIL hanno dovuto pagare i danni a Sig. Marcolin per un tumore al cervello.

Ma , ancora, Eileen ha ricordato la sentenza italiana che ha condannato la Commissione Grandi Rischi per non aver adottato precauzioni prima del disastro del terremoto di L'Aquila:    dobbiamo attendere il Giudice per mettere in galera chi oggi sta dando un'informazione inesatta incompleta e contraddittoria alla popolazione ?! 


presentazioni

https://www.dropbox.com/s/xyw8eiins52e2ju/ev_20140328_co13_en.pdf
https://www.dropbox.com/s/5zaxppiz686xf38/ev_20140328_co14_en.pdf