Syndication

giovedì 29 gennaio 2015

Approvata una legge francese su trasparenza e democrazia nello sviluppo di nuove tecnologie

The law that was proposed by Laurence Abeille has just passed.
The new law allows more transparency and democracy in the
development of new technologies. It opens the way for
reduction of exposure; bans WiFi in kindergartens, bans
advertisement of mobile phone directed to children, demands a
report on EHS.

Bonjour,
La loi Abeille est votée !! ça a été chaud !
Un CP à balancer au plus vite !!!
etienne + Karim

Communiqué de presse du 29-1-15

Ondes : Loi définitivement adoptée !!

La loi votée permet d'introduire un peu plus de transparence
et de démocratie dans le développement des nouvelles
technologies. Elle ouvre la voie à une réduction de
l'exposition de la population aux radiofréquences (classées
cancérigènes possibles par l'OMS - Organisation Mondiale de la
Santé) ; elle met en place une instance de dialogue réunissant
les parties prenantes ; elle incite à l'usage du "kit
mains-libres" ; elle interdit le wifi dans les crèches ; elle
interdit la publicité sur la téléphonie mobile en direction
des enfants ; elle demande un rapport sur
l'électro-hypersensibilité.

C'est peu par rapport à l'ambition initiale de la proposition
de loi de Laurence Abeille (EELV). C'est pourtant une première
avancée qui a une grande portée symbolique dans un contexte où
le lobbying industriel a été spectaculaire contre ce texte de
loi - le parcours législatif de ce texte a pris plus de 2 ans !
Robin des Toits attends une promulgation rapide de cette loi
pour qu'elle rentre en application le plus rapidement possible.

Robin des Toits s'inquiète du niveau de désinformation de
certains élus pourtant censés "représenter la nation", leur
frénésie pour le "tout connecté" quelle qu'en soient les
conséquences sanitaires souligne paradoxalement leur
déconnexion d'avec le terrain, d'avec le dossier et d'avec la
réalité des connaissances scientifiques...

Robin des Toits félicite les parlementaires qui ont permis
l'adoption de cette loi - au premier rang desquels il faut
citer Laurence Abeille auteure et rapporteure de cette loi -
et les encourage à poursuivre dans cette voie.

Cette loi est tout simplement une première au niveau Européen !

vedere anche

http://www.lemonde.fr/planete/article/2015/01/29/une-loi-pour-encadrer-l-exposition-aux-ondes_4565339_3244.html

Una pubblicità per le ragazze ...

una pubblicità che probabilmente non gira nelle nostre riviste !

Etichette di sicurezza in Canada


Questa è  l'etichetta che dovrà essere esposta sui prodotti della telefonia e wifi , secondo una proposta di legge bipartisan canadese .  vedere qui

Ancora su cosa si intende con 'Principio di Precazione'

Molto interessante questa anamnesi storia sul concetto di precauzione ...
notare che  non è riferita o stata creata appositamente per I campi elettromagnetici ... !

Mi rimando un articolo su una 'rivista'  Toxipedia http://toxipedia.org/display/toxipedia/Precautionary+Principle


Nel 1998 nel Wisconsin  fu sviluppato da ricercatori e da esperti sulle politiche della sicurezza quello che fu chiamato Wingspread Statement


 "When an activity raises threats of harm to human health or the environment, precautionary measures should be taken even if some cause and effect relationships are not fully established scientifically. In this context the proponent of an activity, rather than the public, should bear the burden of proof. The process of applying the precautionary principle must be open, informed and democratic and must include potentially affected parties. It must also involve an examination of the full range of alternatives, including no action."

ovvero:

"Quando una attività pone minacce alla salute umana o all'ambiente, dovrebbero essere adottate misure precauzionali, anche se alcune relazioni di causa ed effetto non sono completamente stabiliti scientificamente.
In questo contesto il proponente  di una attività, piuttosto che il Pubblico, dovrebbero avere l' onere della prova.
Il processo di applicazione del principio di precauzione deve essere aperto, informato e democratico e deve includere tutte le parti potenzialmente interessate. Esso deve coinvolgere anche un esame di tutta la gamma di alternative, tra cui quella di ... nessuna azione. "


Interessante quente sono le Istituzioni mondiali che hanno accettato e sostenuto questo protocollo:

La costituzione francese, UE, WHO, REACH (sostanze chimiche) , vaerie associazioni professiona US, etc.  vedere la lista con tutti I riferimenti

sabato 24 gennaio 2015

EESC European Economic Social Committee ha emesso il suo verdetto di riconoscimento della elettrosensibilità

Nella sessione plenaria di gennaio,  questo comitato tecnico di supporto alla Commissione Europea che vede la presenza di 234 membri rappresentanti i 28 stati della EU, ha riconosciuto la elettrosensibilità , auto diagnosticata.  Con una maggioranza di 136 voti, si riconosce la necessità di dare un supporto a chi soffre.
Però aggiunge che non si evidenzia un nesso causale con le radiofrequenze anche se si continua con rimarcare l'importanza del principio della precauzione e che occorre ulteriormente approfondire scientificamente la tematica.  Rimanda al comitato SCENIHR che sta elaborando un documento aggiornato.

COMMENTI:

- è positivo che bel 110 membri abbiano votato contro ovvero per il documento base in cui viene rimarcata la relazione causale
- artefice di questa inversione di marcia è un inglese,  Adams, che è stato dagli amici delle associazioni inglesi ben riconosciuto soggiacente da gravi conflitti di interessi
- le associazioni che hanno firmato il documento base, tra cui Rete, stanno concordando un intervento congiunto di informazione sul misfatto e  di chiedere al Ombudsman  ovvero il garante dei rapporti con la CE,  un suo intervento.



At its January plenary session, the EESC adopted an opinion on electromagnetic hypersensitivity syndrome (EHS) which recognises the distress being suffered by people in Europe who believe they are affected. The opinion, which was adopted by 136 votes to 110 with 19 abstentions, calls for sympathetic and appropriate treatment and support for this condition.
Although the EESC opinion says that radiofrequency exposure is not causally linked to EHS symptoms, it urges continuance of the precautionary principle through regulation and advisory work, particularly as further research is still needed to accumulate evidence concerning any potential health impact from long-term exposure. 
The EESC opinion on electromagnetic hypersensitivity syndrome points out that further substantial research is ongoing to understand the problem and its causes. It also notes that the European Commission’s Scientific Committee on Emerging and Newly Identified Health Risks (SCENIHR) has performed an extensive analysis of this issue and will shortly be completing its latest opinion which draws on a broad public consultation. The opinion will soon be adopted and will be published on the SCENIHR website (http://ec.europa.eu/health/scientific_committees/emerging/index_en.htm).

giovedì 8 gennaio 2015

Una mappa con gli hotel senza Wifi

Qualcuno ha avuto l'idea di raccogliere le informazioni sugli hotel che non pubblicizzano wifi nella struttura

qui il link
http://hotels-ohne-wlan.com/en/

Sarebbe da sponsorizzare ...

domenica 4 gennaio 2015

Classificazione IARC 1 (cancerogeno): Comunicato Stampa

Inoltrato il seguente email a 252 indirizzi email di giornali, riviste, radio, TV:  [vediamo se ci sarà 1 (uno) riscontro !!!]

Comunicato Stampa

IARC , OMS: Classificate la  radiofrequenza in Classe 1 (cancerogeno per l'uomo ) e non più come Classe  2b (possibile cancerogeno)
 
Copia delle comunicazione che si stanno consegnando all'Organizzazione Mondiale della Sanità da parte di molte Associazioni nazionali di molti paesi dai vari continenti
 Egregi Signori,
Smettete di minimizzare gli effetti  sulla salute e i rischi di cancro legati all'esposizione a radiazioni da  radiofrequenza!
Per favore modificate la classificazione delle  radiofrequenze ed i  campi elettromagnetici  dalla  Classe 2b ( "Possibile cancerogeno per l'Uomo")  alla Classe 1 ovvero  "Cancerogeno per l'Uomo".  
Ci sono  troppi casi di tumore, troppe malattie e troppi decessi nel mondo causati da  queste emissioni, c'è un incredibile numero di studi scientifici che dimostrano  che il cancro e altri effetti molto gravi sulla salute sono causati da questa  ubiquitaria e mortale radiofrequenze!
Egregi Manager dell'OMS e dello IARC,sSmettete subito di giocare  con la salute e con la vita sul nostro Pianeta!! Classificate questa radiazione nella  Classe 1,    subito!  
"A causa del nesso causale con la sopravvivenza, la  classificazione IARC è rafforzata e la radiofrequenza dovrebbe essere  considerata come cancerogeno per l'Uomo che richiede un'urgente revisione delle  attuali linee guida di sicurezza",  sostiene il Dr. Lennart Hardell, oncologo  svedese, dell'Ospedalde Universitario di Orebro  in Svezia (leggere :  http://www.mdpi.com/1660-4601/11/10/10790/htm)
 PROMOTORE DI QUESTA INIZIATIVA E' IL  COMITATO FRANCESE  ROBIN DES  TOITS
 
A nome della Rete No Elettrosmog Italia
Dr Giorgio Cinciripini

venerdì 2 gennaio 2015

Un romanzo sulla conflittualità permanente tra cittadini ed ... untori !

Vi segnalo un recentissimo libro scritto dalla nostra amica, Francesca Romana Orlando, che - come è noto alla maggior parte di voi  -  da diversi anni segue in prima persona le vicende del 'mondo della MCS e della elettrosensibilità'.

Lei ha perseguito l'idea di fare informazione cercando una via più diretta e meno 'didattica' , cioè un romanzo in cui I fatti ed I personaggi sono molto reali-stici.

Mi ricorda un altro romanzo thriller "Il coniglio bianco" di Nino Treusch (2010), che trovai belloe stimolante.



Qui una presentazione del libro da parte dell'autrice:

E’ un romanzo thriller su una scienziata dell’ISS, Cassandra Conte, che fa da CTU in una causa promossa da cittadini per danni alla salute causati dalle antenne.
Sullo sfondo di questa trama si intrecciano le storie avventurose di alcuni scienziati che denunciano la pericolosità delle antenne dei cellulari (ispirati a Livio Giuliani, Fiorenzo Marinelli e agli scienziati ICEMS a cui è dedicato il libro). Nel libro si parla anche di un’organizzazione clandestina di multinazionali dei cellulari che ordisce trame per manipolare la ricerca e insieme ad una società di PR orienta la pubblica opinione.
Le vicende si intrecciano fino ad arrivare al 31 maggio 2011, data storica in cui la radiofrequenza è classificata come “possibile cancerogeno per l’Uomo”:
Nel libro si parla anche della misurazione dei campi elettromagnetici in 24 ore invece che in 6 minuti ma in forma romanzata, cioè semplice, e si fa capire che è voluta dall’industria per la telefonia 4G.
Uno dei protagonisti è un ingegnere elettrosensibile, Raj Kotak, personaggio che mi è stato ispirato dal bravo Girish Kumar ingegnere che ha scritto un rapporto proprio sulla pericolosità dei cellulari.
Lui è stato male per anni a causa delle radiazioni delle antenne dei cellulari che testava nel laboratorio accanto al suo studio. Da quando ha schermato tutto, i suoi sintomi sono nettamente migliorati.
La protagonista, biologa dell’ISS, usa le coltivazioni di cellule sul campo, ovvero in abitazioni dove ci sono malati a causa delle antenne, come fa il Dott. Fiorenzo Marinelli per determinare se le antenne fanno male nelle abitazioni di Potenza Picena dove ci sono malati per colpa del radar.
Ho usato la forma del romanzo per far capire in modo semplice la questione degli effetti biologici dei campi elettromagnetici termici e non termici e soprattutto per suggerire le strategie di vendita e di manipolazione della ricerca scientifica da parte dell’industria dei cellulari.
 
Sul sito www.lacittabianca.com trovate maggiori informazioni.
 
Vi invite a leggerlo, cosa faro senzaltro io.